La friggitrice elettrica classica risolve in modo funzionale e pulito la questione della frittura: basta introdurre qualunque cibo da friggere – dai cibi preparati in casa ai prodotti surgelati già pronti come patatine a bastoncino, nuggets di pollo ecc. ecc. – ed immergerlo nell’olio che si è scelto per la frittura per ottenere facilmente un buon risultato. Il cibo risulterà particolarmente fragrante, appetitoso e capace di accontentare tutti i palati, anche quello dei più piccoli.

Frittura classica ad olio

Quindi siamo tutti più o meno d’accordo: la frittura classica è buona e gustosa ma andiamo ad analizzarne gli svantaggi in relazione ad una frittura preparata con le nuove friggitrici ad aria (airfryer in inglese).

Scelta dell’olio e tempi di cottura

Nell’attuale società, in cui tra l’altro il lavoro diviene più sedentario, è sempre più sconsigliata la tradizionale frittura ad olio. In parte si può ovviare, mirando ad una cucina più salutare, attraverso la scelta dell’olio per la frittura (l’olio d’oliva che è un olio antiossidante e che non satura a basse temperature è per esempio particolarmente indicato), ma anche stando molto attenti ai tempi di cottura che risultano fondamentali se si frigge, per esempio, con grassi animali e con olio di semi.

Manutenzione e cambio dell’olio

La friggitrice elettrica classica necessita di alcune accortezze nella manutenzione. Periodicamente è necessario cambiare l’olio per un quantitativo che varia a seconda della portata dell’elettrodomestico. Questa operazione, a seconda della qualità e della quantità dell’olio usato, può essere più o meno costosa.
La pulizia non può avvenire esclusivamente in lavastoviglie, infatti il vano che contiene l’olio necessita sempre prima di una pulizia manuale e poi può essere lavato meccanicamente. Infine l’olio della frittura è un rifiuto non riciclabile e particolarmente inquinante per questa ragione, a seconda della regolamentazione locale, necessita di essere smaltito in maniera adeguata.

La friggitrice ad aria

La friggitrice ad aria nasce come una tecnologia mista che mette insieme il concetto di forno ventilato e di friggitrice. Questo elettrodomestico si caratterizza per uno scarsissimo uso di olio (un cucchiaio circa se il cibo è fresco, anche meno se è surgelato e parzialmente cotto) al quale conseguono un minor apporto calorico e una straordinaria facilità di pulizia per via dei pochi grassi utilizzati.

Accortezze con impanati e con i tempi di cottura

L’operazione della frittura con la friggitrice ad aria non è così scontata. Intanto è necessario considerare che non tutte le pietanze tradizionalmente adatte alla frittura sono particolarmente indicate per la friggitrice ad aria: ad esempio i cibi passati all’uovo e poi impanati con il pangrattato (o anche fettine panate, supplì, crocchette, arancini, olive ascolane, e così via), soprattutto se preparati in casa, hanno bisogno di molta più accortezza se fritti con la tecnologia d’aria. Viene inoltre richiesta una particolare attenzione ai tempi di cottura se si vuole ottenere un risultato molto simile a quello della frittura tradizionale.

Risultati migliori

Chiariti questi due aspetti non si può mettere in discussione la salubrità e la versatilità di questo elettrodomestico che mette d’accordo il gusto con la linea. I migliori risultati si conseguono cuocendo cibi precotti e surgelati (un must con le friggitrici ad aria sono proprio le classiche patatine fritte alla francese), ma anche cibi freschi come pesce (importante che sia senza pelle), pollo e verdure sono l’ideale. In particolare, è proprio il minor assorbimento dell’olio che, oltre a rendere questi alimenti molto più salutari, li trasforma anche in pietanze molto più gustose al palato rispetto ad una tradizionale frittura ad olio proprio perché l’olio tende a nascondere in gran parte il sapore a causa del fatto che riesce a penetrare in ogni fibra.

Maggiore rapidità di cottura

Un plus di questo modo di cuocere è certamente la rapidità con la quale avviene la cottura, anche in caso di grandi quantitativi i tempi restano maggiormente ridotti a dispetto di una normale friggitrice.

Risparmio

A lungo termine la friggitrice ad aria è anche economicamente vantaggiosa: non produce alcuno scarto a differenza delle classiche friggitrici elettriche dove occorre sostituire l’olio della frittura e soprattutto si può utilizzare molto meno olio rispetto alle friggitrice classiche. Un risparmio che, a lungo andare, si rivela sostanzioso considerando i prezzi sempre più imponenti degli oli da cucina.
Inoltre, la stessa facilità di pulizia e il minor utilizzo di olio, rendono l’atto del lavaggio molto più veloce e molto meno bisognoso di detersivi rispetto alla classica friggitrice.

Odore e consumi

Va da sé che, utilizzando una friggitrice ad aria, il fastidioso problema della puzza che la tradizionale frittura pone in essere risulterà molto meno preoccupante semplicemente perché l’olio utilizzato sarà sensibilmente minore. Tuttavia, nonostante l’utilizzo di olio per la frittura risulti sensibilmente minore con la tecnologia ad aria, risulta sempre consigliabile utilizzare (o almeno porlo in questa condizione dopo la cottura) l’elettrodomestico in un’area ventilata e soggetta a frequenti ricambi di aria.
Per quanto invece concerne il consumo elettrico è stimato che, a parità di classe di appartenenza, non ci sono grandi differenze nell’assorbimento elettrico da poter mettere a paragone i due tipi di friggitrice.

Conclusioni

La friggitrice ad aria, come abbiamo visto, non esclude del tutto la necessità di ritornare alla tradizionale frittura, ma bisogna evidenziare che per alcuni alimenti può essere la soluzione per una cottura più salutare. Simile ad un forno ventilato in termini di proprietà di cottura, una friggitrice ad aria risulterà molto più veloce e pratica (basterà inserire le pietanze, caricare con pochissimo olio et voilà).
Anche se la classica friggitrice elettrica resta sempre adatta ad un tipo di cucina tradizionale, per una cucina che ammicca alle classicissime patatine fritte ma anche all’inglese fish and chips e ai nuggets americani certo la friggitrice ad aria è una soluzione più che auspicabile per il gusto che si ottiene e per i vantaggi legati alla pulizia, allo scarso uso di grassi e alla rapidità di cottura.